Moet Chandon innaffia Venezia

Moet Chandon innaffia Venezia

settembre 1, 2013 by Valentina

Pronti per Moet Chandon? Amici si parte per Venezia, festival del Cinema, dove ho affittato un micro appartamento al Lido. Ma proprio micro, devo dire che la fantasia delle agenzie immobiliari è senza limiti. Ci sarebbe da scrivere…

Franca Sozzani e James Franco_Moet Chandon innaffia Venezia

Franca Sozzani e James Franco

Ma pensiamo alla Mostra del Cinema di Venezia che propone parecchi film di generi un po’ differenti,  più reali e aderenti alla vita quotidiana. Il Festival è anche un’occasione di incontri, eventi,  serate, e alla fine…ci siamo tutti.

Moet Chandon_uomo vogue

Iniziamo  la serata alla Terrazza Maserati, evento siglato Uomo Vogue, con un docufilm dedicato a Marina Abramovic. Presenti, oltre alla famosa artista serba, Franca Sozzani, Matteo Ceccarini che ha creato una colonna sonora per questa occasione, Eva Riccobono, Marina Cicogna.

Scott Haze e Franca Sozzani_Moet Chandon innaffia Venezia

Scott Haze e Franca Sozzani

Sinergia di arte, moda spettacolo, tutto annaffiato dal celebre champagne Moet Chandon, protagonista anche della cena di gala per l’apertura della Kermesse con George Clooney, e del  private dinner in  onore del sempre bravissimo Nicolas Cage, a Venezia con il suo Joe, film inquietante e intenso sulla realtà statunitense.

Alice Kim e Nicolas Cage_Moet Chandon innaffia Venezia

Alice Kim e Nicolas Cage

Oltre ad averlo bevuto, sapete quando è nato Moet Chandon? Addirittura nel  1743, con Claude Moet  che iniziò a portare i suoi vini a Parigi. Madame de Pompadour, la favorita del re, ne fu entusiasta (sempre detto io, le donne son importanti) e lo fece conoscere a corte.

Moet Chandon

Da lì fu un crescendo, piacque a Napoleone, nell’azienda entrò il suocero, Chandon, e in quel periodo nacque l’idea del millesimato,  cioè gli champagne prodotti in annate particolarmente favorevoli, e un nuovo enologo si unì in seguito al progetto.

Cristiano Talassi_Moet Chandon innaffia Venezia

Cristiano Talassi

Successivamente Moet & Chandon produsse anche il Don Perignon, marchio di prestigio, dovuto all’omonimo monaco benedettino, più delicato e raffinato del precedente.  E ora che vi ho dato queste informazioni, gustiamoci insieme una flute!

Credits: photo courtesy press office

Related Posts

Leave a Comment




Utilizzando questo sito si acconsente all'utilizzo di cookies e altre tecnologie descritti nella nostra politica sui cookies   Ok