Child Of God di James Franco

Child Of God di James Franco

settembre 1, 2013 by Valentina

Child of God, film presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, che ha fatto discutere per la crudezza di alcune scene. Esprimo anch’io il mio parere personale su questo  film di James Franco. Scelta coraggiosa e radicale, di narrare le vicissitudini di un uomo disadattato, solitario e violento, privo di legami con il mondo sociale. Rimasto senza genitori, ed in seguito anche senza casa, è incapace di affrontare la vita, il mondo, le avversità con uno spirito attivo e intraprendente.

James Franco, regista di Child of God e Scott Haze (attore) -copyright La Biennale di Venezia)

James Franco, regista di Child of God e Scott Haze (attore)

Si lascia andare sempre di più alla degradazione, alla solitudine, e scivola nella degenerazione più totale, con un’ escalation criminale che culmina con la perversione e la necrofilia.

Cosa mette in mostra questo film? La realtà cruda, umana, di assoluto verismo di una mente incontrollata, costretta all’ isolamento, che precipita verso l’involuzione interiore, senza possibilità di arrestare questa discesa.

Child Of God di James Franco

Si assiste alla trasformazione di un uomo che rinuncia alla sua umanità per abbracciare l’animalesco, non si oppone al cambiamento, e mostra la parte peggiore di sé. Alcune scene sono volutamente forti, per far comprendere la distorsione di una mente criminale, di una violenza sempre più cieca, di una indifferenza per il mondo esterno che lo rifiuta, e del quale non saprebbe più farne parte.

Child Of God di James Franco

L’umanità che lui ha conosciuto  gli ha tolto tutto quanto possedeva, ora sarà lui, quando capiterà, a togliere ciò che vuole agli altri. Non sente rimorsi, non prova sentimenti, non comprende ragioni, in lui è solo l’animale a prevalere: non stupisce quindi né che possa trasformarsi in stupratore, e neppure che arrivi alla necrofilia, l’ultimo confine di una mente ormai malata.  Che dire? In un mondo di indifferenza potrebbe succedere. E voi cosa ne pensate?

Credits: photo © La Biennale di Venezia

Leggi le altre recensioni dei film che ho scelto a Venezia:

Related Posts

    1 commento

  1. angela
    7 Agosto 2014 at 11:35

    è un film crudo che fa riflettere

Leave a Comment




Utilizzando questo sito si acconsente all'utilizzo di cookies e altre tecnologie descritti nella nostra politica sui cookies   Ok