Calendario Pirelli 2016 Serena Williams e Amy Schumer

Calendario Pirelli 2016: la vera bellezza delle donne

dicembre 1, 2015 by Valentina

Nel nuovo Calendario Pirelli 2016 appare la vera, reale, bellezza delle donne.

Al Calendario Pirelli 2016 di quest’anno la bellezza della donna è interpretata in modo diverso dal solito canone standardizzato. Non più il nudo artistico che ha caratterizzato il famoso Calendario Pirelli ma una nuova visione della donna, che potrà far storcere il naso a parecchi uomini, abituati ai miti della femminilità sensuale, spesso senza veli, ma che ha già riscosso parecchi consensi.

Calendario Pirelli 2016 _Yoko Ono

Yoko Ono

Quali sono le donne nuove che sono fotografate nel calendario?

Donne nuove quindi, che mostrano la loro bellezza interiore, donne che hanno raggiunto traguardi importanti nella vita sociale e professionale. I tempi cambiano, e le donne vogliono essere presenti a livello internazionale. Hanno lottato per avere un ruolo nella società, e il Calendario Pirelli 2016 ha scelto di mostrare questo percorso. Forse donne meno sex-symbol e più status symbol.

Queste donne mostrano passione, sacrificio, dinamismo, intraprendenza, tenacia. Donne che conquistano lo spazio e il mondo con le loro capacità, senza opere di seduzione, senza la perfezione patinata delle riviste femminili, ma con la forza della realtà.

Calendario Pirelli 2016

Chi è Annie Leibovitz, la nuova fotografa del Calendario

Il Calendario Pirelli 2016 ha scelto la fotografa Annie Leibovitz, per celebrare i mesi del prossimo anno. Annie Leibovitz è una fotografa statunitense, divenuta famosa per la sua collaborazione con la rivista Rolling Stone. Ha fotografato la tournée dei Rolling Stone, delle celebrities per la campagna pubblicitaria di American Express, e dal 1983 lavorò come ritrattista per Vanity Fair. Ha pubblicato cinque libri di fotografie e firmato il Calendario Pirelli nel 1999. L’artista per questo calendario, ha eseguito dodici ritratti tutti in bianco e nero.

Quali sono le donne fotografate nel calendario

Vediamo le protagoniste del Calendario Pirelli a partire da Yoko Ono, che la Leibovitz aveva già fotografato in passato, quando stava con John Lennon, alla produttrice cinematografica Katleen Kennedy, produttrice cinematografica e socia di Steven Spielberg.

Mellody Hobson, donna d’affari americana e presidente di Ariel Investments, Yao Chen, cinese, prima Ambasciatrice dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, una leader molto influente nel suo paese, apre il calendario. E’ presente anche la sacerdotessa del rock Patti Smith, che sul set ha voluto la musica di Richard Wagner.

Vediamo inoltre l’attrice comica Amy Schumer, Agnes Gund presidente di Moma, che ha posato con la nipote, l’artista iraniana di arte visiva Shirin Neshat.

Serena Williams e Amy Schumer

Serena Williams e Amy Schumer

Quali altre donne vediamo nel calendario

E ancora ammiriamo il fisico scolpito della tennista Serena Williams, l’opinionista americana Fran Lebowitz, la regista Ava DuVernay, produttrice cinematografica e televisiva, prima donna afroamericana a ricevere una nomination al Golden Globe come miglior regista per il film Selma.

Non manca la categoria dei blogger con Tavi Gevinson, fondatrice di Style Rookle e del magazine online Rokie.

Una top model però c’è: Natalia Vadianova, impegnata nel sociale. Ha fondato infatti Naked Heart associazione benefica che lotta contro l’abbandono minorile perché ogni bambino abbia una famiglia e un luogo sicuro in cui crescere. Viene ritratta in tutta la sua sfolgorante bellezza, con il figlio, in una situazione di dolcissima maternità, simile a una Madonna rinascimentale.

Calendario Pirelli 2016

Yao Chen e Patti Smith

Donne vere, che hanno affrontato il mondo a testa alta, senza compromessi, senza paura. Donne che hanno saputo prendere il loro posto in una società pronta a chiuderle, lottando ogni giorno,  vivendo ogni attimo che traspare nei loro volti, nei loro gesti, nelle loro azioni. Fotografie dell’anima.

Natalia Vodianova

Natalia Vodianova

Credits: photo © Pirelli press office

Leggi anche questi post sul Calendario Pirelli

Related Posts

Leave a Comment




Utilizzando questo sito si acconsente all'utilizzo di cookies e altre tecnologie descritti nella nostra politica sui cookies   Ok