Carnevale Venezia

Come si vive il Carnevale a Venezia

febbraio 18, 2015 by Valentina

Il Carnevale a Venezia dura circa una decina di giorni, ma anticamente durava alcuni mesi.

Breve storia del Carnevale

Questa festa iniziò già nel Medio Evo, quando l’oligarchia veneziana comprese che per tenere sotto controllo le tensioni sociali, era necessario concedere una valvola di sfogo ai ceti più bassi. Il Carnevale cominciava la prima domenica di ottobre e finiva al primo giorno di Quaresima: durante questo periodo si dava l’illusione ai ceti umili di sentirsi quasi uguali ai ricchi, perché con la maschera nessuno era riconoscibile. Anche il saluto cambiava: si diceva Buongiorno signora Maschera, uguale per tutti. I potenti organizzavano feste e banchetti, e tutti potevano sfamarsi nelle cucine dei palazzi.

Sopratutto nel Settecento di Goldoni il Carnevale raggiunse il suo massimo splendore, e perfino le suore erano autorizzate, con la maschera, a festeggiare nelle taverne. Una delle maschere più famose è la Bauta, una maschera bianca che copre il volto, il tricorno nero e un mantello veneziano (il tabarro) che avvolge tutto il corpo, rendendo difficile riconoscere le persone. Il Carnevale, con i suoi festeggiamenti portò ovviamente un enorme successo commerciale alla città, che poté così ampliare la sua potenza e i suoi traffici mercantili.

Carnevale Venezia

Come si festeggia ora il Carnevale

Attualmente il Carnevale inizia con la Festa delle Marie, un corteo dove le più belle ragazze veneziane sfilano in abiti rinascimentali in Piazza San Marco per incontrare il Doge, e  prosegue con il Volo dell’Angelo o della Colombina,  dove una ragazza appesa ad una fune d’acciaio si lascia andare dal campanile di San Marco fino alla piazza e continua con le feste e i balli che rendono unico questo carnevale, dal Ballo del Doge, al Ballo  Tiepolo Il Minuetto,  Casanova. Un clima di feste e spettacoli, dove calli e campielli sono invasi da maschere di ogni epoca, bellissimi costumi, che rinnovano lo sfarzo della Serenissima.

Quest’anno oltre alle sfilate di maschere in gondola, cioccolate e aperitivi nei grandi alberghi,  il carnevale coincideva con la festa degli innamorati, quindi uno dei famosi teatri di Venezia, La Fenice, dopo le rappresentazioni pomeridiane, ha festeggiato San Valentino in Rosso e Nero.

Carnevale Venezia

Anche serate charity, come una delle serate a cui ho partecipato: venerdì, una festa per ospiti selezionati e a numero limitato, grazie a Round Table International, un’ organizzazione rivolta a giovani  imprenditori, che svolge anche iniziative di carattere filantropico, ed è tra i fondatori di Telefono Azzurro. Cena di gala a Palazzo Pisani Moretta, spettacoli e danze fino a tardi.

La notte è lunga, quindi perché non deliziarsi con le super bollicine  al party Veuve Cliquot in Palazzina G?  Poi una visita all’ Hotel Bauer e infine una festa privata in un Palazzo. San Valentino che coincide con il Carnevale? Ha visto l’amore declinato in tutte le forme,  quasi tutte le feste di Venezia, sabato, erano dedicate a questo birbante che ci fa spesso disperare. Anche il Casinò ha avuto la sua notte di follie, con un evento magico dedicato al mondo incantato e al bosco.

Carnevale Venezia 2015

Un albergo che ho scoperto in questo week-end

Vi assicuro che domenica ero stravolta, ma ne è valsa la pena! Concludo con un suggerimento turistico: vi segnalo un albergo assolutamente super, l’ Hotel Centurion Palace. Si trova in zona Dorsoduro, vicino alla Chiesa della Salute, di fronte a S.Marco. Siete in centro, ma leggermente defilati. Un gioiello romantico e artistico, con una facciata che ricorda i merletti veneziani,  in un alternarsi di classicità e modernità. Ho pranzato all’ Antinoo’s Lounge & Restaurant, il loro ristorante, e ho conosciuto lo chef Massimo Livan.

Centurion Palace Venezia_Carnevale venezia

Hotel Centurion Palace

La sua cucina rispetta la tradizione e valorizza le nostre radici, con piatti  leggeri e colorati, rivisitati con un pizzico di modernità, e un’attenzione alle materie prime, perché è importante mantenersi in forma. Nonostante fossi devastata dalle feste notturne, ho mangiato spaghetti al ragù di lepre, timo fresco e mirtilli che mi hanno riconciliato col mondo. Poi un tiramisù che ha fatto subito effetto, rendendomi pronta per nuove avventure.

Era San Valentino, e visto il mio nome,  mi hanno offerto un tortino di cioccolato con una candelina accesa. E chi ce la faceva a mangiarlo?  Ho dovuto anche spiegare che il vino era buonissimo, ma non dopo una notte di follie…E voi non volete provare? Cose ne pensate del Carnevale di Venezia? Aspetto i vostri commenti.

Centurion Palace Venezia Antinoo's Restaurant

Al ristorante del Centurion Palace Antinoo’s

Carnevale Venezia (2)

Credits: photo © fashioninfusion.it

Related Posts

Leave a Comment




Utilizzando questo sito si acconsente all'utilizzo di cookies e altre tecnologie descritti nella nostra politica sui cookies   Ok