D.O.C il nuovo album di Zucchero

Zucchero icona di stile D.O.C. con il nuovo album

novembre 7, 2019 by Valentina

Con il nuovo album che esce domani, 8 novembre, Zucchero icona di stile D.O.C. presenta anche il nuovo tour.

E’ stato anticipato dal singolo Freedom da Zucchero icona di stile D.O.C. il suo nuovo album. Zucchero non ha bisogno di presentazioni: 60 milioni di dischi venduti parlano da soli. Icona di stile e di vita. Sempre diretto e sincero, è iconico anche nell’abbigliamento. Ama lo stile casual, quasi da straccione…ma ricercato. Sempre il cappello, gli occhiali scuri, la giacca. Il cappello è una scelta quasi maniacale. Ama smodatamente i cappelli, ne ha circa 400. Li indossa sempre, anche se esce a fare un giro nel bosco.

Una passione ereditata dal nonno paterno Roberto, che indossava sempre il cappello e gli dava così l’idea di un uomo saggio. Non solo il nonno, fa parte dei ricordi della sua infanzia, anche suo padre. Un padre all’antica, un po’ burbero, che non riusciva a comprendere la musica di Zucchero, che amava ancora valzer e mazurche. Ricorda che suo padre si allontanava da casa quando il parroco veniva a benedirla, che non andava in chiesa, ma ogni tanto la domenica invitava il prete a pranzo per non farlo mangiare da solo. Colpito da una malattia degenerativa, faceva ancora finta di non essere religioso, ma di nascosto, a fatica si faceva il segno della croce. E’ meglio fare pace con Dio negli ultimi anni di vita, perché non si sa mai. Questo pensiero, questo modo di vivere, che appartiene anche al cantante, adesso è quasi scomparso.

Look Zucchero Fornaciari

Questa passione per i cappelli è iniziata quando era ancora bambino, perché senza il cappello sente che gli manca qualcosa.

Tutti cappelli vissuti, che hanno tutti una storia. Alcuni acquistati a Los Angeles, usati in qualche film. Il cappello sull’album Fly, per esempio fu realizzato in un laboratorio di Los Angeles che aveva creato cappelli per molti cantanti stranieri come Bob Dylan, Madonna, Prince o l’indimenticabile cappello di Indiana Jones. Se tutti i bluesman portavano il cappello, allora era un segno del destino.

Ma molti look di Zucchero icona di stile D.O.C. sono stati creati da Angela Moles nel suo atelier Universal Market. Una stilista conosciuta nel 1993. Il cantante voleva un look stile anni’70, inusuale e rock. Sua la marsina, la giacca con gli alamari dell’album Chocabeck e il cappello a tuba. Zucchero è un grande frequentatore di mercatini, dove riesce a scovare giacche particolari che poi fa rielaborare dalla stilista.

look Zucchero Fornaciari

Perché D.O.C.?

Perché rispecchia esattamente il suo stato d’animo, genuino, autentico, che sente dentro, che lo fa vivere. Ho ascoltato i brani, e forse non mi sono piaciuti tutti allo stesso modo, ma ho sentito le influenze rock trascinanti, sopratutto nel primo pezzo, Spirito nel buio, oltre che in Freedom. Stamattina, in conferenza stampa, ho potuto ascoltare il cd e leggere le parole dei testi che l’ufficio stampa, con un grandissimo lavoro, ci ha messo a disposizione per comprendere bene i testi e il significato delle canzoni.  Anche se sono solo canzoni, vogliono comunque trasmettere un messaggio. Vogliono esprimere, esternare i pensieri dell’artista. Zucchero ha raccontato il suo disco, le sue ispirazioni, cosa voleva raccontarci.

Zucchero_crediti di Robert Ascroft - Zucchero icona di stile D.O.C.

I contenuti delle canzoni di D.O.C. il nuovo album di Zucchero

Il cantante appare preoccupato per il momento attuale, politico e sociale che stiamo vivendo, lo definisce una pentola in ebollizione che preoccupa, che può scoppiare da un momento all’altro, anche se si spera che non succeda.

Tutto è artificioso, non naturale, non autentico, siamo attenti all’apparenza, all’esteriorità, ai social. Siamo Vittime di cool. Nello stesso tempo, ora più che mai, si avverte il vuoto e la solitudine. La nuova solitudine, in mezzo agli altri. Siamo oppressi dal perbenismo, dalla finta carità, come in Soul Mama: si esprime il male dell’anima.

Un altro pensiero è  importante: ma siamo davvero liberi? Siamo liberi quando assecondiamo un dio economico, quando crediamo di essere liberi, ma in realtà obbediamo a falsi impulsi? Questa è una finta libertà. Perché dobbiamo essere belli e simpatici ad ogni costo? Perché non possiamo essere autentici, anche rischiando di non piacere? Lo esprime in Freedom.

Ma in tutto l’album è presente il suo impegno civile che ha sempre manifestato, e che continua ancora oggi a mostrare. Perché come afferma, questo paese è un Badaboom, un disastro, tra corruzione, cambiamenti climatici, problemi di identità, di flussi migratori, o di ricerca dell’indipendenza, come chiedono i ragazzi di Hong Kong e Barcellona.

Zucchero_crediti di Robert Ascroft - Zucchero icona di stile D.O.C.

Il tour di Zucchero

Ma vi consiglio di ascoltarlo. Musicalmente è contemporaneo, attualissimo nei suoni e negli arrangiamenti, molto ritmato (come piace a me) un po’ rock, un po’ pop, un po’ soul e trascinante. E se volete vederlo dal vivo, Zucchero farà un tour europeo e in seguito mondiale. Da aprile 2020 D.O.C. sarà presentato live in tutto il mondo, partendo dall’Australia, per arrivare nel nostro paese all’Arena di Verona, che il cantante definisce uno dei più bei posti al mondo dove fare musica.

Canterà in italiano anche all’estero. Come lui stesso ha ricordato, quando negli anni ’60 e ’70 sono arrivate in Italia le band straniere, si conoscevano le loro canzoni, originali, e cantate in inglese. Tradotte non avevano la stessa musicalità e lo stesso senso. Allo stesso modo vuole cantare le sue canzoni in italiano anche all’estero. Se ci pensate, tradurre Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dallo stress e dall’azione cattolica è un po’ difficile. E ha ragione. Abbiamo la nostra identità e la consapevolezza di essere bravi: continuiamo a dimostrarlo, anche all’estero. Sono sicura che sarà un successo. Se siete in cerca di emozioni, ascoltate questo messaggio autentico di Zucchero. Poi mi dite cosa ne pensate.

Leggi i miei post:

Related Posts

    20 commenti

  1. Anna
    7 Novembre 2019 at 16:34

    Ho ascoltato qualcosa per radio, deve essere bellissimo questo nuovo album…… uno dei miei cantanti preferiti dopo Vasco. Grazie delle info.

  2. Sara Bontempi
    8 Novembre 2019 at 15:06

    Seguo Zucchero Fornaciari da quando sono bambina e lo ascoltavano i miei genitori, sicuramente torna con un ottimo album.

  3. Gioia Assanagora
    8 Novembre 2019 at 15:20

    Questo è un album da non perdere. Adoro Zucchero. Non sapevo che avesse realizzato un nuovo disco ma voglio ascoltarlo. Articolo molto interessante

  4. amalia Occhiati
    8 Novembre 2019 at 16:27

    Zucchero mi piace tantissimo, non sapevo però l’uscita di questo nuovo album. Grazie delle informazioni, bellissimo articolo.

    • Cris tiane
      8 Novembre 2019 at 8:31

      Un bravissimo cantate che merita tutto il successo che ha, lo adoro! Non sapevo che avesse fatto un nuovo album, andrò a comprarlo.

  5. Rita
    8 Novembre 2019 at 18:59

    Ammetto che non sono una gran fan di Zucchero..cioè adoro di lui alcune canzoni ma non tutte. Ma comunque lo reputo un grande artista! Perciò..successo meritatissimo!! Grazie di questo bell’articolo.

  6. Fra
    8 Novembre 2019 at 19:37

    Adoro zucchero. Credo che questo album sia da non perdere. Sono molto contenta che ci siano altre nuove sue canzoni.

  7. Marina Napolitano
    8 Novembre 2019 at 21:28

    Mi è sempre piaciuto questo artista perché non è mai scontato o banale. Sicuramente sarà un altro successo. Bell’articolo.

  8. Tessy
    9 Novembre 2019 at 0:01

    Non lo sapevo. Zucchero è comunque una garanzia tutta italiana e assolutamente DOC. Mi piacciono molto le sue canzoni. Articolo bello e interessante.

  9. Roby
    9 Novembre 2019 at 1:00

    Il primo concerto che ho visto è stato di Zucchero. Negli anni, nonostante non sia il mio cantante preferito in assoluto, ho continuato a seguirlo e ad apprezzarlo. Mia mamma invece lo adora da sempre e sono certa che il suo album sarà un regalo apprezzato!

    • Martina Montagnoli
      10 Novembre 2019 at 9:35

      Di Zucchero mi piacciono alcune canzoni, speriamo che questo nuovo cd non mi deluda! Voglio acquistarlo, grazie di avermi informato.
      Un bacio bella!

  10. Anna Pernice
    9 Novembre 2019 at 16:21

    Grazie per aver condiviso con noi questa notizia. Mi piace Zucchero, voglio ascoltare il suo nuovo cd.

  11. ela
    10 Novembre 2019 at 10:12

    Zucchero è un grande artista, lo amo da sempre. Sono contenta che è uscito questo nuovo album, lo ascolterò volentieri. Bellissimo articolo.

  12. Maria Domenica Depalo
    10 Novembre 2019 at 10:17

    Finalmente Zucchero è tornato. Credo sia uno dei pochi cantautori in grado di rappresentare al meglio, attraverso musiche e parole, l’andamento della società contemporanea così presa più dal mostrarsi che dall’essere.
    Maria Domenica

  13. Vita
    10 Novembre 2019 at 15:45

    Zucchero un grande cantautore è sempre un piacere ascoltare i suoi brani. Grazie di questa informazione e dell’articolo.

  14. ilmondodichri
    11 Novembre 2019 at 11:58

    Amo Zucchero e ogni singola sua canzone! E’ un album che voglio acquistare e gustarmelo. Un articolo che mi è piaciuto molto.

  15. Giusy Loporcaro
    11 Novembre 2019 at 16:27

    Il singolo uscito in questi giorni mi ha subito conquistata! Mi piace moltissimo per cui acquistero’ senza dubbio anche l’album intero!Un bell’articolo, molto interessante.

  16. Elisa Severi
    11 Novembre 2019 at 23:58

    Non ho seguito gli ultimi album, ma è un bravissimo cantante !! Penso che questo possa essere un bel regalo di Natale. Ottimo articolo.

  17. Veronica
    12 Novembre 2019 at 3:06

    Sono troppo curiosa di ascoltarlo, seguo Zucchero praticamente dall’infanzia! Grazie delle informazioni.

  18. Meggy Fri
    12 Novembre 2019 at 15:42

    Mi hai proprio incuriosita, lui comunque è un grande artista. So già a chi regalare questo cd. Articolo molto interessante.

Leave a Comment




Utilizzando questo sito si acconsente all'utilizzo di cookies e altre tecnologie descritti nella nostra politica sui cookies   Ok