Istanbul Flormar

Alla scoperta delle meraviglie di Istanbul

dicembre 27, 2018 by Valentina

Qualcuno di voi ha in programma un viaggio in Turchia, magari come meta per il Capodanno?  Sono stata a Istanbul e condivido volentieri con voi la mia esperienza.

Innanzi tutto come arrivare nella città di Istanbul?

Per arrivare a Istanbul in aereo ci sono due compagnie aeree locali, la Turkish Airlines e la low cost Pegasus Airlines: io ho scelto Pegasus e mi son trovata bene. Costi bassi, personale gentile, ufficio assistenza clienti presente, ti rispondono in italiano e son gentilissimi, voli in orario (all’andata siamo anche partiti in anticipo) aerei nuovi.

C’è però una cosa da sapere: l’aeroporto dove arrivano i low cost, è Sabiha Gogken  distante circa 40 km dalla città, e in teoria si dovrebbe arrivare a Istanbul in circa 50 minuti. Solo in teoria però: il traffico qui è quasi sempre veramente intenso, quindi io ho impiegato un’ora e mezza. per arrivare in città. Di questo dovete tenerne conto se per caso avete il volo del ritorno la mattina presto: se potete, evitatelo, a meno che non siete molto, ma molto mattinieri.

Basilica di Santa Sofia Istanbul

Basilica di Santa Sofia

E adesso vi racconto un’altra cosa che è bene sapere. La grande maggioranza dei tassisti non conosce le strade, e perlopiù non parlano inglese. Dall’aeroporto alla città è tutta autostrada, ma per arrivare in albergo, il mio tassista si è fermato 3 volte per chiedere la strada al concierge di 3 diversi alberghi. Dopo il terzo pit stop, con ampia spiegazione in turco su come arrivare ad un albergo distante 300 metri dal ponte di Galata, quindi un posto conosciutissimo, son finalmente giunta a destinazione.

Basilica della Cisterna Istanbul

Basilica della Cisterna

E qui vi regalo altre informazioni. Dove dormire a Istanbul?

Da quanto ho visto vi sono 3 quartieri utili in cui soggiornare. Se volete essere vicini a tutti i musei, moschee e luoghi da vedere scegliete il quartiere di Sultanahmet, nella zona turca. La sera però offre poco. La soluzione migliore, secondo me è nella zona occidentale ma vicino al ponte di Galata, come ho fatto io. Vi spiego perché: siete vicini a ristoranti, locali, negozi, la sera avete ampia scelta e di giorno, dopo aver attraversato il ponte a piedi, senza cercare taxi, potete vedere tutto ciò che offre Istanbul, perché è tutto raggiungibile a piedi nel quartiere Sultanahmet. L’altra soluzione è soggiornare nel quartiere delle ambasciate, più centrale, ci sono alberghi storici molto belli, ma dovrete cercare un taxi se volete spostarvi per i monumenti.

Moschea Blu Istanbul

Moschea Blu Istanbul

Cosa vedere a Istanbul?

Ci sono moschee molto famose, come la Moschea di Solimano e la Moschea Blu formata da mattonelle azzurre. Belle ma si assomigliano tutte. Da vedere assolutamente Cisterna Basilica, chiamata anche cisterna sommersa o palazzo sommerso, una cisterna sotterranea di epoca romana, uno dei monumenti più visitati, per la sua atmosfera un po’ incantata che si respira tra le circa 300 colonne. Molto bella anche la Basilica di Santa Sofia, una delle più grandi chiese della cristianità, ora trasformata in museo, dove si possono ammirare parecchi mosaici bizantini.

Moschea di Solimano Istanbul

Moschea di Solimano

Il palazzo e il museo Topkapi meritano di certo una visita, così come il Gran Bazar e il Bazar delle Spezie, dove sentirete odori e profumi particolari, e naturalmente sbizzarrirvi nei regali. La gita in battello sul Bosforo, se volete farla richiede una giornata di tempo bello e magari soleggiato, se riuscite provate anche a cenare al tramonto, ve lo consiglio. Sotto il famoso ponte di Galata troverete invece molti ristoranti per turisti e bancarelle: vi consiglio di assaggiare il vero kebab che non è come quello che si trova qui in Italia, è ben cucinato e non pesante. Quindi, in un prossimo viaggio ad Istanbul ricordatevi di essere pronti con Google Maps per i tassisti (no, non hanno il navigatore) di armarvi di pazienza e leggere i miei consigli.

palazzo topkapi istanbul

Palazzo Topkapi

hammam palazzo topkaki istanbul

hammam palazzo topkaki

Un brand legato alla città di Istanbul: Flormar

Vi segnalo un ottimo marchio di cosmetici: Flormar, un marchio nato in Italia, poi acquistato dalla famiglia Senbay che ha avviato la produzione in Turchia, diventando un marchio importante con circa 650 negozi. Dal 2017 i suoi prodotti sono venduti anche in Italia.

La sua caratteristica?

Il colore. Il colore che esprime il tuo stato d’animo e riflette le tue emozioni: il colore per far emergere la bellezza delle donne. Ogni anno sviluppa più di 3000 colori quindi qui trovate quello che vi serve. Ci son riuscita io, che cerco sempre tinte non troppo forti ma nemmeno troppo smorte…guardate i loro lip gloss metallizzati o le palette dei colori negli ombretti, o il correttore. Io li ho provati tutti, e mi sono trovata molto bene. Ho provato anche il trucco che è spesso usato dalle donne asiatiche, dove l’occhio è allungato con l’eyeliner liquido, con un ottimo risultato. Potete poi fissare il trucco appena fatto con il Make up Fix Spray perché resista senza ritocchi. Questi prodotti possono essere un ‘ottima idea regalo per Natale. Spero di esservi stata utile, se i consigli vi sono serviti, fatemelo sapere.

Flormar Istanbul

le novità beauty di Flormar

Credits: photo © fashioninfusion.it

Related Posts

Leave a Comment




Utilizzando questo sito si acconsente all'utilizzo di cookies e altre tecnologie descritti nella nostra politica sui cookies   Ok