I miei consigli su come viaggiare da sola

Dicembre 16, 2020 by Valentina

Sono sempre di più le persone che viaggiano da sole, sopra tutto le donne, quindi condivido con voi i miei consigli e le mie esperienze  su come viaggiare da sola.

Diversi motivi spingono una persona a compiere questa scelta, ma a volte prevale il timore di non riuscire, quindi eccovi le mie idee su come viaggiare da sola.

Molte donne che conosco, si sono spostate sempre con un compagno. Si ritrovano magari a voler viaggiare, ma  sono preoccupate per la paura di sbagliare, o di annoiarsi, di non prenotare nel modo giusto, non sentirsi adeguate, oppure soffrire la solitudine. Niente di più sbagliato, segui i miei consigli, e diventerai espertissima su come viaggiare da sola. Naturalmente mi devi leggere fino in fondo, i consigli sono parecchi. E ricordiamoci che, a volte ci si sente soli anche in compagnia di altre persone, ma affrontiamo i problemi uno alla volta. Spesso mi chiedono perché viaggio da sola. Io racconto la mia esperienza, sperando possa essere utile.

come viaggiare da sola

PH: @ Luca Mosconi

Perché viaggi da sola?

Non ho scelto subito questa strada. Avrei viaggiato volentieri in compagnia, sopra tutto di amiche. Vedevo gruppi di amici che raccontavano i loro viaggi sui social, quindi ho provato a porre le fatidiche domande ai miei conoscenti, per i periodi canonici, in particolare il capodanno. Iniziavo tempo prima, perché lo sanno tutti che si possono trovare ottime offerte sul web, prenotando in anticipo. E qui trovavo le più svariate categorie di opzioni e di persone.

Chi aveva disponibilità economica non voleva accettare un alloggio modesto, o rimanere  meno giorni in vacanza, al contrario di chi non aveva possibilità, e non capiva perché si dovesse spendere così tanto. Poi c’erano le condizioni e le abitudini acquisite, che nessuno voleva modificare. Chi amava le colazioni abbondanti ed era sazio per tutta la giornata, si scontrava con chi voleva pranzare a tutti i costi, perdendo ore sfruttabili in altro modo. Alcuni non gradivano fare (e spendere per) le escursioni, o rimanere fuori nei locali la sera. Si potrebbe continuare all’infinito, ma alla fine, riuscire ad accordare abitudini e stili di vita per una convivenza pacifica era peggio di una riunione del governo.

Come ho deciso che dovevo viaggiare da sola

Ma il meglio di questo mondo di conoscenze  ve lo regala chi è veramente intenzionato a fare un viaggio, lo può fare, ma non con te. E non vuole dirtelo per mantenere i rapporti, perciò rimanda, cambia idea, e perde tempo. E ti ritrovi le classiche risposte come no questa data no, no quell’altra no. Oppure forse non mi danno le ferie, magari resto a casa, però tu cerca, vedi cosa trovi di interessante, poi così decidiamo. Quindi passi il tuo tempo nel mare del web, a cercare opzioni vantaggiose, ma da prenotare subito, altrimenti le perdi.

Dopo aver cercato, e trovato, aspetti e aspetti, arrivi abbastanza vicino alla data della partenza senza aver prenotato nulla. Nel frattempo però, hai perso settimane, giorni, e alla fine anche le offerte vantaggiose. E come si conclude questo bel discorso? Ah sai la tal persona mi ospita, vado lì. Grazie e arrivederci. A questo punto, ho deciso che era ora di dare una svolta a questa situazione.  Non ho più interpellato nessuno, e ho scelto dove andare da sola e in autonomia.

PH: @ Luca Mosconi

Se anche tu vuoi viaggiare da sola, ti spiegherò come organizzare il tuo viaggio, pianificando ogni momento per evitare inconvenienti.

Adesso scegliamo la destinazione del viaggio.

Se è la prima volta che viaggi da sola, ti consiglierei di rimanere in Italia, o nelle nazioni europee vicine. A seconda della località, cambierà il modo per arrivare. Ti spiegherò poi tutti i consigli sui viaggi in aereo, e se prenoti un bus, ricorda che vi sono diverse compagnie di autobus,  leggi il mio articolo Piccole dritte per viaggiare low cost.

Per alcuni tragitti, è consigliabile l’auto: ho usato Blablacar parecchie volte, e mi sono sempre trovata bene. Naturalmente vi invito a controllare sempre le recensioni sull’autista, e ad esporre le vostre richieste prima del viaggio, e scritte sulla mail. Se chiedete una deviazione, magari di diversi chilometri, offrite anche di pagare qualcosa in più del prezzo stabilito: a volte è utile spendere un po’ di più, ma arrivare davanti a casa o in albergo, piuttosto che essere lasciati al casello dell’autostrada, sotto il sole estivo con la valigia, ed arrangiarsi ad arrivare.

Shangri-la Singapore

Dopo aver valutato come arrivare, bisogna scegliere dove soggiornare

Vi consiglio di prenotare il soggiorno su un portale affidabile, dove poter cambiare subito in caso di problemi rilevati, e ottenere il rimborso. A me è capitato, ricordatevi di fotografare tutto ciò che non va o non funziona per chiedere il rimborso.  Se sei in un paese straniero, e non conosci nulla della città, è meglio scegliere un hotel invece della casa. Vi spiego perché. Qualunque problema tu abbia, di solito il portiere dell’hotel può aiutarti: chiamare un medico, un taxi, spiegarti come raggiungere una strada, i negozi, i locali. La scelta dell’albergo dipende anche dalla vostra possibilità di spesa, ma io tengo sempre in considerazione alcuni fattori. Non sono gli unici, ma tra i consigli su come viaggiare da sola, questi per me sono importanti.

  • La posizione dell’albergo e il quartiere circostante

Lo so bene che se l’hotel  è un po’ decentrato costa meno, ma se per raggiungere il centro o i luoghi da visitare, dovete impiegate il doppio del tempo previsto,  per arrivare e tornare, forse un hotel più vicino è meglio. In alcune città poi le distanze sono davvero notevoli. Ricordatevi di questo anche per le uscite serali e i rientri in ore notturne.

  • Pulizia

Trovarvi animaletti vaganti nel letto, o sul pavimento, non è la cosa migliore.  E non ascoltate il proprietario dell’alloggio, se vi dice che è normale. No, non è normale, il luogo dev’essere pulito. Prendersi malattie e portarsele a casa come ricordo, direi che lo possiamo evitare.

  • Perdete tempo a leggere le recensioni

Non guardate le recensioni positive, ma prestate attenzione alle negative. Ho visto che di solito sono sincere. Guardate anche cosa riguardano. Se si lamentano del prezzo delle bevande nel minibar, basta non berle. O che il caffè del bar costa il doppio. Leggete cosa scrivono sulla pulizia e sulla colazione, anche se i gusti personali nel cibo sono vari. Leggete se nel conto si dimenticano di togliere la caparra o aggiungono voci non previste. A volte si lamentano del letto scomodo, o che la stanza non è conforme alla descrizione. Leggete tutto. Poi a volte invece sono ridicole: a me è capitato di leggere una recensione negativa su un albergo di proprietà di CR7 perché la cliente voleva trovare in albergo Cristiano Ronaldo, e ovviamente non c’era.

  • Controllate veramente sul satellite com’è l’albergo, dove è situato, e cosa lo circonda

Le foto degli hotel, si sa, sono sempre belle, il fotografo di solito realizza delle foto spettacolari per attirare l’attenzione. Ma il satellite no. Andate sull’indirizzo indicato su google maps e controllate com’è veramente l’albergo, o la casa. Se è vicino ai mezzi pubblici, e com’è la strada. Mi è capitato di avere scelto un hotel molto carino, poi ho controllato, ed era in una zona piena di case diroccate, e che la sera non era il massimo della legalità. Non dico altro.

Oppure che in realtà era distante, o non era come le foto pubblicate. E quindi vedete anche se l’alloggio esiste veramente, perché purtroppo (non a me per fortuna) ho sentito di case e alberghi inesistenti, e di false inserzioni. Non so se hanno ottenuto il rimborso, (lo spero) ma intanto una volta arrivati a destinazione, hanno dovuto cercare di corsa un altro alloggio, e in alta stagione non è semplice.

  • Verificate se vi è molta differenza tra il prezzo applicato dal portale e il sito dell’hotel

Di solito la differenza è poca, ma verificare non vi costa nulla. Magari scrivete una e-mail alla reception, chiedendo di farvi un’offerta. Se prenotate con un portale non potranno farvi nessuno sconto, ma prenotando sul loro sito sì. Questa soluzione però la consiglio in Italia, all’estero è meglio affidarsi al portale e la differenza è minima.

  • Ristorante

Capisco che per qualcuna di voi non è importante. Anch’io preferisco scegliere sul posto il ristorante dove cenare. Quando prenoto all’estero, però, verifico che in hotel sia presente il ristorante. Magari siete stanche, o avete fretta, e trovarlo già sul posto è un vantaggio.

E con questo spero di avervi convinto a viaggiare da sole, o almeno vi ho tolto qualche dubbio. In un prossimo articolo vi spiegherò come prenotare il volo facendo attenzione agli scali, e a scegliere i posti migliori. Ho già scritto un articolo su I miei consigli su come viaggiare bene in aereo, ma sarà un nuovo argomento che approfondirò, per offrirvi un viaggio comodo e piacevole. Allora sei pronta per questa esperienza? Aspetto i vostri commenti.

    7 commenti

  1. Marlene
    16 Dicembre 2020 at 14:40

    Non ho mai affrontato un viaggio da sola, e ammetto di non essermi mai posta questi quesiti. Però conosco qualcuna che sarebbe molto felice di ricevere questi consigli.

  2. Veronica
    16 Dicembre 2020 at 15:08

    Hai dispensato ottimi consigli, non solo per chi vuole viaggiare da sola ma per i viaggi in generale. Ammetto di non aver mai viaggiato sola, proprio per paura della solitudine e perché il mio compagno di viaggio ed io abbiamo le stesse abitudini. Quando si viaggi con diverse persone invece è un disastro. Come hai ben detto, è difficile mettere d’accordo più persone e sicuramente viaggiare da sole risulta molto più conveniente!
    Anch’io però, pur viaggiando solo con mio marito, leggo sempre le recensioni negative riguardo a pulizia e comfort. Stessa cosa vale per la posizione se la città non è ben collegata dai mezzi; uso però il satellite di google maps soprattutto per le case di AirBnB per capire se è un buon quartiere o meno, se c’è un supermercato vicino o locali per la colazione. Seguirò invece quello di vedere il prezzo anche sul portale del sito, quando sono grandi compagnie lo faccio, ma sempre più spesso considero solo i portali famosi e via.

  3. Elena Resta
    16 Dicembre 2020 at 15:30

    Ottimi consigli. Ho viaggiato sola, per lavoro per 23 anni e per diletto ogni volta che ho potuto. Sono una grande sostenitrice del viaggiare sola, l’ho sempre fatto da ragazza ed ho continuato a farlo ora che ho famiglia e quasi cinquant’anni. Aiuta a connettersi con se stessi ed a valorizzare noi e gli altri

  4. amalia amalia
    17 Dicembre 2020 at 18:16

    Ho letto con piacere il tuo articolo, ho viaggiato una sola volta sola ma… devo essere sincera preferisco i viaggi in compagnia. Devo dire però che se dovessi, hai dato dei consigli molto utili

    • Elena Resta
      17 Dicembre 2020 at 6:29

      Ho viaggiato sola tantissimo, per lavoro e per diletto. Trovo i tuoi consigli giusti e veramente pratici. Viaggiare in autonomia è molto importante (e bello) e sono felice che ci siano persone che aiutino le donne a farlo, con piena sicurezza.

  5. Mayad
    18 Dicembre 2020 at 9:01

    Credo che viaggiare da sola sia un’esperienza da fare almeno una volta nella propria vita. Non soltanto dà la possibilità di conoscere meglio i luoghi oggetti del viaggio ma anche se stessi ed aspetti che non si pensava di possedere. Farò tesoro del tuo articolo che, in tal senso, è ricco di contenuti e stimoli.
    Mayad ☺️

  6. Francesco
    18 Dicembre 2020 at 23:28

    Io ho sempre viaggiato solo non perché non amante della compagnia in quanto gli interessi e il concepimento del viaggio, non sempre coincidevano. Ottimi consigli e condivido tutto.

Leave a Comment




Utilizzando questo sito si acconsente all'utilizzo di cookies e altre tecnologie descritti nella nostra politica sui cookies   Ok