Cosa vedere a Capalbio in un weekend – Vacanze in Italia

giugno 29, 2020 by Valentina

Se avete pensato alla Toscana per le vostre vacanze, vi racconto cosa vedere a Capalbio, una meta non molto sfruttata.

Scegliere una vacanza a Capalbio significa qualcosa di particolare, se siete indecise, in questa mini guida vi spiego cosa vedere a Capalbio in un weekend, poi se decidete di prolungare il soggiorno, meglio. Una scelta che sta diventando trendy da un po’ di tempo, per questa cittadina in Toscana. Un luogo tranquillo, ben frequentato, molti ragazzi che vi possiedono una casa vivono una dimensione internazionale, però è un luogo che ha mantenuto la sua autenticità, come se fosse rimasto sospeso nel tempo. Alcune informazioni pratiche me le ha fornite un mio simpaticissimo amico, quindi sono verificate e sincere.

Come arrivare a Capalbio

Si può arrivare in treno, ma anche con i Frecciarossa arriverete in circa 6-7 ore e cambiando treno almeno due volte. Meglio l’auto. Anzi la macchina è veramente consigliata in questa località, vicino al mare, ma pur sempre all’interno. Per raggiungere il mare servono una decina di minuti di auto. Nei dintorni c’è molto da vedere, come in tutta la Toscana, e siete anche in una regione ricca di acque termali.

Capalbio

PH: siviaggia.it

Cosa vedere a Capalbio

Si tratta di una cittadina medioevale rimasta quasi intatta, per entrare nel centro storico, dove si accede solo a piedi, passerete da un arco d’ingresso attraverso le mura che la circondano, come in un film medioevale. Entriamo e percorrendo queste stradine strette e lastricate arriviamo fino alla Rocca Aldobrandesca, formata da una torre e da un palazzo rinascimentale, Palazzo Collacchioni.

Le sale del palazzo sono visitabili, presentano molte decorazioni, e in una di esse è conservato anche il pianoforte usato da Giacomo Puccini quando soggiornava nei dintorni. Dalla terrazza della torre potete ammirare il paesaggio delle colline fino al mare. Le foto qui sono d’obbligo. La parte moderna di Capalbio si trova fuori dalle mura del centro storico,ed è ovviamente meno suggestiva.

Il giardino dei tarocchi

Non voglio invitarvi a un consulto di cartomanzia, ma in un parco. Un parco esoterico realizzato da Niki de Saint Phalle sulla collina vicino a Capalbio. Nel giardino, un museo a cielo aperto troverete le enormi sculture raffiguranti i 22 Arcani Maggiori dei tarocchi.

giardino_dei_tarocchi - capalbio

Giardino dei Tarocchi_PH: vacanzemaremma.it

Dove dormire a Capalbio

Siamo in Maremma, nella natura, vi consiglio un a farm house immersa nel verde, La Locanda Rossa, dove troverete camere o villette e potrete portare con voi anche gli amici pelosi, oppure le bellissime ville e cottage di Terre di Sacra create da Puri Negri. Non mancano naturalmente gli agriturismo, per chi ama questa soluzione.

Oppure scegliere di alloggiare verso il mare, nella zona marina di Capalbio, vicino al fiume Chiarone, o Ansedonia. Oppure spingervi più avanti,  nel vicino Monte Argentario a Orbetello, o Porto S.Stefano. Vi consiglio Porto Ercole, molto frequentato da habituée dei quartieri di Roma Nord (che come dicono a Roma. non è un luogo geografico ma una condizione dell’anima) in alberghi storici come Il Pellicano.

Il Pellicano si affaccia su una baia e si estende come se facesse parte della cornice naturale. Usando un termine di Baldassarre Castiglione, mostra la sua sprezzatura, ovvero l’essere disinvolto e armonioso, con naturalezza, senza apparire. Le camere si affacciano con balconi sul mare (ma la suite deluxe ha anche la piscina privata) e vanta una lussuosa Spa per la remise en forme. Non solo, chi ama il mare potrà scegliere tra la piscina e una spiaggia privata a cui si accede tramite un ascensore. Il ristorante gourmet il Pellicano completa l’offerta.

Locanda Rossa Capalbio

La Locanda Rossa – Capalbio

Lasciamo da parte il mare, e spostiamoci nei paesi vicini a Capalbio

Se vogliamo subire il fascino di un ritorno al passato immergiamoci nell’atmosfera medioevale dei paesi intorno a Capalbio. Vi siete chiesti cosa vedere a Capalbio oltre al suo borgo e il mare? Eccovi accontentati. A nord di Capalbio troviamo Pitigliano un comune rustico toscano, uno dei borghi antichi più belli d’Italia e bandiera arancione del Touring. Sapete cos’è? Il riconoscimento ai comuni italiani che valorizzano il territorio con una offerta d’eccellenza. Arroccato su una rupe di tufo, offre un panorama spettacolare ed è veramente unico.

Pitigliano

Pitigliano – PH: enjoymaremma.it

Non vi racconto solo cosa vedere a Capalbio ma anche i dintorni come Pitigliano

Ai entra in un borgo antico, si respira il fascino delle antiche mura di questo paese scavato nel tufo. Vedrete subito Palazzo Orsini, un palazzo storico, che ospita all’interno il Museo Diocesano di Arte Sacra e il Museo Archeologico. Di fronte al palazzo trovate la monumentale fontana delle sette cannelle, decorate con teste di animali.Potrete perdervi tra le viuzze e ammirare le case antiche e le vecchie insegne.

Questo paese è soprannominato la Piccola Gerusalemme, perché vi era residente una grande comunità ebraica. Ancora adesso è possibile vedere la Sinagoga, il Forno delle Azzime, il Bagno Rituale.  Non perdete una visita alle Vie Cave, un percorso sotterraneo etrusco scavato nel tufo. Sono opere uniche al mondo, sentieri strettissimi nella roccia, tra gli alberi. A volte troverete tombe e incisioni etrusche, oppure piccole nicchie con immagini sacre per proteggere i viandanti dal male.

Se venite qui però dovete assaggiare le loro specialità. Non solo cosa vedere a Capalbio, anche la cucina ha la sua importanza. Provate I gnocchi di pane al cinghiale, la Migliaccia di Pitigliano, una sorta di crepe che non trovate in commercio, (fatevi invitare da qualche signora che la prepara) e non perdete lo Sfratto dei Goym. So che vi ho incuriosito. E’ un dolce a forma di bastone, semplice con un ripieno di miele, noci e agrumi. Dolce legato alla tradizione ebraica che ricorda un momento buio di questa comunità.

Sorano

Sorano

A una decina di minuti di strada troviamo Sovana, un centro etrusco

Un paese particolare, sembra uscito da un’inquadratura del Signore degli Anelli. Qui trovate ancora la casa dove è nato Papa Gregorio VII. Vicino alla città troverete anche molte necropoli etrusche con tombe monumentali.

Vicino a questo paese trovate Sorano, cittadina scavata nel tufo e soprannominata la Matera della Toscana. Un borgo etrusco con secoli di storia. Si attraversa una natura selvaggia per arrivare alle porte del paese, cinto dalle mura e subito avrete di fronte la Fortezza Orsini. Questo palazzo duecentesco, fortificato, diventò la sede del potere della famiglia Orsini e riuscì a resistere a numerosi assedi, comprese le truppe del Papa.

L’interno è visitabile ed è la sede del Museo del Medioevo e del Rinascimento. Potete percorrere le strade sotterranee scavate nel tufo, le Vie Cave, o il parco archeologico con la città fantasma di Vitozza. Per chi ama le necropoli etrusche qui potrà immergersi nella loro inquietante atmosfera. Se invece amate le terme, vi ricordo che siete a circa 40 minuti dalle Terme di Saturnia, di cui ho già parlato.

Il Frantoio - Capalbio

Il Frantoio – Capalbio

Non solo cosa vedere a Capalbio ma anche dove mangiare

Sicuramente al Frantoio. Non solo ristorante. In questo locale, ricavato da un vecchio frantoio restaurato, oltre al ristorante, troviamo un bar che rappresenta un punto d’incontro per le persone che soggiornano a Capalbio per ritrovarsi con un aperitivo. Trovano spazio anche una boutique e una libreria, e vi sono spesso organizzati eventi culturali. Si cena in un giardino immerso tra gli ulivi al lume delle candele.

Se volete invece trascorrere la serata sulla spiaggia, allora meglio La Dogana, elegante beach club, bar e ristorante. A ridosso dell’ oasi WWF del Lago di Burano, dove sono presenti fenicotteri, daini, cinghiali, anatre, è un ambiente esclusivo e un po’ appartato. Piatti più smart durante il giorno, per la sera diventa una location romantica, con candele sui tavoli e fiaccole lungo il percorso che conduce alla spiaggia. Un ambiente rustico da trattoria invece per la Capanna del Circolo Sant’Irma, un maneggio di cavalli diventato ristorante.

Ultima Spiaggia Capalbio

Ultima Spiaggia Capalbio

Dove trascorrere le serate? In spiaggia

La mondanità di Capalbio è ristretta, riservata, non ostentata. La sera il punto d’incontro è il Frantoio, ma le serate sono spesso vissute con party nelle ville o nelle piscine, qui tutti si conoscono, hanno sempre passato le estati o almeno soggiornato un periodo di tempo in queste località. Politici, attori, imprenditori, tutti amanti della privacy e via dalla pazza folla.

Non ci sono spiagge nel paese di Capalbio ma è ugualmente vicino al mare. Dove andare in spiaggia? All’Ultima spiaggia. Altrimenti che spiaggia sarebbe? Un ambiente piacevole e rilassato, che si trova vicino alla foce del fiume Chiarone (Località Chiarone ) con un ristorante di pesce, aperto anche la sera. Il sabato sera organizzano aperitivi ed è presente anche un bazar per gli acquisti dell’ultimo minuto.

Circolo La Macchia

Circolo La Macchia a Macchiatonda

Un altro luogo cult di Capalbio si trova vicino alla riserva naturale di Macchiatonda

Un’oasi naturalistica dove in estate si possono percorrere diversi sentieri programmati per osservare gli animali presenti e migratori. Qui troviamo uno dei club più esclusivi di questa zona. Si tratta dell’Associazione La Macchia, a Capalbio che comprende, oltre al Club House, il ristorante, cocktail bar, terrazza panoramica sul mare, un giardino arredato sulle dune di sabbia, e dj set fino a notte inoltrata. Organizzano eventi sociali, culturali, musicali, sportivi legati al mare. Possono accedere solo i soci e i loro ospiti. Un’idea del finanziere milanese Carlo Puri Negri.

E se amate le feste tradizionali e le sagre, non perdete la Sagra del cinghiale che si svolge nella seconda settimana di settembre, dal mercoledì alla domenica. Vi ho esposto cosa vedere a Capalbio ma sopratutto quante possibilità avete di trascorrere una vacanza di relax, all’insegna della natura e della buona tavola. E la nostra Italia, come bellezze naturali e cucina non ha nulla da invidiare a nessun paese. Credetemi. Allora come vi è sembrata Capalbio?

Leggi i miei post:

Related Posts

    2 commenti

  1. amalia occhiati
    29 Giugno 2020 at 19:22

    Qui ci sono stata lo scorso anno in un tour in Toscana, un posto molto caratteristico. Mi e’ piaciuto

  2. Romina Longo
    30 Giugno 2020 at 21:05

    Mi hai dato una bella idea di viaggio. Quest’anno per il mio cinquantesimo compleanno abbiamo deciso di andare a zonzo invece di organizzare una mega festa. Un giro a Capalbio lo vorrei fare.

Leave a Comment




Utilizzando questo sito si acconsente all'utilizzo di cookies e altre tecnologie descritti nella nostra politica sui cookies   Ok