Con i panettoni Giovanni Cova and C. è già Natale

I panettoni Giovanni Cova celebrano i 150 anni di Rossini

ottobre 15, 2018 by Valentina

Anche se mancano solo due mesi a Natale, sono andata alla presentazione dei panettoni Giovanni Cova che vogliono celebrare i 150 di Rossini.

Vedendo i panettoni Giovanni Cova si entra subito nel clima natalizio, ma prima voglio raccontarvi come nascono i suoi prodotti. Se non la conoscete già, Giovanni Cova è un’antica pasticceria milanese, nata nel 1930. Lavorazione artigianale, ha aperto di recente un suo nuovo punto vendita in via Cusani 10. 

Una pasticceria che vuole promuovere l’artigianalità dei suoi prodotti in Italia e nel mondo. Nata dalla voglia di creare e di realizzare prodotti di qualità, come il panettone dell’antica ricetta milanese, secondo la tradizione.

biblioteca braidense

Il panettone di lusso, secondo l’antica ricetta milanese dei panettoni Giovanni Cova

Per sottolineare il primato del panettone di lusso, l’azienda decise di affiggere manifesti pubblicitari che raccontavano la storia del marchio. Il panettone sormontato da una corona, ancora oggi presente nel marchio, era il modo per distinguersi.

Sono passati alcuni anni, ma sono rimasti la qualità e il desiderio di mantenere intatta la tradizione. I panettoni Giovanni Cova infatti si sono affermati in tutto il territorio.

Da qualche anno Giovanni Cova ha intrapreso un percorso culturale per valorizzare le eccellenze di Milano. Tutto realizzato grazie ad una collaborazione con l’Archivio Storico Ricordi, il più grande archivio storico musicale.

biblioteca braidense

Come è nato l’abbinamento del panettone con la musica?

Grazie a questa collaborazione, è nata così l’idea di abbinare la grande delicatezza di un panettone artigianale con la straordinaria creatività musicale dei nostri celebri compositori italiani. Sono artisti come Donizetti, Toscanini o Rossini, del quale quest’anno ricorre il 150esimo. Giovanni Cova ha voluto esaltare la fragranza di un prodotto italiano ricordando le nostre radici, e le opere di eccellenze musicali che emozionano ancora il mondo.

Con i panettoni Giovanni Cova and C. è già Natale

Come celebrare l’anniversario di Gioacchino Rossini

L’idea è semplice: per celebrare i 150 anni di Gioachino Rossini, è stato creato un packaging diverso. Un modo per diffondere queste iconografie, una carta con le immagini storiche di queste opere. Così se la Madama Butterfly riveste il Panettone classico, sul Panettone GranCioccolato è stata scelta la partitura autografa dell’opera L’Italiana in Algeri di Gioachino Rossini. Panettone buonissimo, rivestito di cioccolato con dentro grandi gocce di cioccolato, quasi da dieta.

Un’altra golosità che ho assaggiato, sempre buonissima, il Panettone con i Marron Glacés e il Panettone ai Frutti di bosco,decisamente sublimi. Sono incartati nelle copertine della rivista musicale Ars et Labor del 1910. Non vi dico come sono incartati il nuovo Panettone con Curcuma e Zenzero e Panettone con Cioccolato fondente e Lamponi. Andate a vedere e scopriteli, poi mi ringrazierete.

Con i panettoni Giovanni Cova and C. è già Natale

Credits: foto prese da google

Leggi il mio post:

Related Posts

    10 commenti

  1. Sara Bontempi
    16 Ottobre 2018 at 14:48

    Questi panettoni sembrano spettacolari!
    Io con la mia celiachia ho dovuto fare una grande ricerca per del buon panettone artigianale senza glutine, ma alla fine l’ho trovato!
    Come si potrebbe fare senza panettone??

    • Marty c
      18 Ottobre 2018 at 20:15

      Mi è piaciuto molto il tuo articolo e non sapevo che Giovanni Cova avesse dedicato a Rossini alcuni panettoni. Mi sembrano tutti buonissimi e so già che la gola mi dirà di scegliere quello con i marron glacès. Vedrò quale scegliere.

  2. Ilaria
    16 Ottobre 2018 at 15:01

    Decisamente non amo il panettone industriale, lo trovo molto dolce. Lo scorso Natale credo che ne avrò mangiato si e no una fetta. Però acquisto il panettone artigianale di pasticceria, e già che ci sono quello al cioccolato. Molto interessanti questi di Giovanni Cova.

  3. francesca
    16 Ottobre 2018 at 16:48

    Molto interessante il tuo articolo io amo il panettone artigianale e quello di Giovanni Cova trovo sia uno dei migliori,veramente super. A Natale lo acquisterò.

  4. Alessia Vanni
    17 Ottobre 2018 at 17:01

    Pensa che ieri ho mangiato zampone e lenticchie! Anche il panettone lo mangerei tutto l’anno. Quelli che proponi nell’articolo di Giovanni Cova devono essere buonissimi, li proverò.

  5. Esmeralda
    17 Ottobre 2018 at 20:06

    Sembrano panettoni davvero di alta qualità, amo il panettone artigianale e questo di Giovanni Cova fa davvero gola. Magari lo provo.

  6. ilmondodichri
    18 Ottobre 2018 at 9:23

    Ma che location meravigliosa che hanno scelto per presentare questi panettoni che saranno sicuramente super squisiti. Intelligente l’idea di abbinare anche il centenario di Rossini.

  7. IDA
    18 Ottobre 2018 at 15:24

    I panettoni di Giovanni Cova sono quelli che amo di più in assoluto! Sopratutto quello al cioccolato è buonissimo.

  8. Sissi
    18 Ottobre 2018 at 16:09

    Personalmente preferisco il pandoro, ma negli ultimi anni ho acquistato diversi panettoni artigianali buonissimi. Questo marchio mi sembra di ottima qualità, me lo segno per i prossimi panettoni.

  9. maria domenica
    18 Ottobre 2018 at 22:53

    Mi piace l’idea della combinazione tra gusto ed il ricorso all’archivio della Ricordi. Trovo sia innovativo.

Leave a Comment




Utilizzando questo sito si acconsente all'utilizzo di cookies e altre tecnologie descritti nella nostra politica sui cookies   Ok